Bianchi e Nardi 1946 puntano alla sostenibilita'

25/03/2020

L'azienda di pelletteria toscana Bianchi e Nardi 1946 ha sviluppato nuove strategie distributive e commerciali per puntare alla sostenibilita'.
Il focus e' sul mercato asiatico, a cui e' stata dedicata la capsule per la SS2020 con protagonista la Kimono bag, riedizione del modello iconico creato nel 1978 per reinterpretare la cultura del Sol Levante, e quello americano.
La strategia prevede, nel medio termine, di rafforzare il canale retail, con l'apertura di spazi personalizzati che esprimano l'identita' del marchio.
Questa realta' di luxury bag made fiorentina, nata nel dopoguerra e guidata dalla terza generazione, e' rappresentata da Gabriele e Giulia Bianchi, che insieme ad Alessandro, Laura e Andrea Nardi hanno ereditato l'artigianalita' e l'handmade, nota distintiva dell'azienda.
Tutte le lavorazioni, infatti, utilizzano tecniche antiche come il tiraggio, tramite il quale la pelle viene "tirata" con chiodi per sfruttare tutta la superficie oppure l'agatatura, un passaggio che prevede l'utilizzo di una macchina a uso manuale con un cilindro di pietra d'agata che conferisce alla pelle un effetto lucido e brillante.
Particolare attenzione e' riservata alle materie prime, con pelli provenienti da fonti certificate e originarie del Sud Africa e del Sud America come coccodrillo, alligatore, altri rettili e struzzo.
Il prodotto si fa sempre piu' sostenibile, con l'introduzione di pellami trattati con conce vegetali e che non contengono sostanze inquinanti e anche i fornitori vengono selezionati tra coloro che dimostrano di essere in linea con gli standard qualitativi e di rispetto per l'ecosistema.

 

 

 

Aziende in Evidenza